Passa ai contenuti principali

Danger Ego: hard-rock band toscana tra echi di stoner e psichedelia.



I Danger Ego, band proveniente dall'area fiorentina, nascono nel 2005 dall'incontro di membri già militanti in differenti progetti (Terrametèa, Bleff, Chèquers, Florence New Grass). Strizzando l'occhio a Black Sabbath,Faith No More, Audioslave e Alice In Chains, il gruppo inizia a produrre materiale inedito e a crearsi visibilità su alcuni tra i più prestigiosi palchi toscani (Viper Theatre, La Limonaia,The Cage Club, Borderline, Zenigata, CPA Fi Sud). Grazie al responso del live  di notevole impatto, I Danger Ego riescono ad ottenere piazzamenti più che soddisfacenti in contest come Lucca Summerfestival e Musica W Festival e ad aprire concerti per bands importanti dell'underground italiano come Calibro 35, Heike Has TheGiggles, Maniscalco Maldestro, El Thule e Qube. 

Nel Giugno 2011 esce il  primo lavoro full-lenght,dal titolo "Autopsy", registrato al 121 Decibel Studio di Firenze da FrancescoBallerini e Gherardo "Ghez" Monti .Undici  brani che descrivono in pieno le intenzioni dei Danger Ego: sprigionare energia e potenza attraversocanzoni d'ispirazione hard rock,dove non mancano echi di stoner, psichedelia ( grazie ad un discreto uso dell'effettistica e del moog), con lanci frizzanti anche in venature rock'n'roll e nu-metal. Riff poderosi al' unisono di basso e chitarra,efficaci linee melodiche del cantato, perennemente in bilico tra la spericolatezza di Laney Staley (Alice In Chains) e la timbrica del primo Ozzy Osbourne si aggregano ad una solida fase ritmica in cui la chitarra solista sa sbizzarrirsi in brevi interventi sapientemente gestiti. Adatto per gli appassionati del genere ed per frequentatori dei volumi altisonanti ! Da non perdere live !

Commenti

Post popolari in questo blog

"Rebis", il viaggio dei Bridgend tra passione e conoscenza.

Post rock con influenze progressive e psychedelic per un concept album diviso in tre atti che racconta, attraverso musica e dialoghi, il viaggio di un uomo in bilico tra passione e conoscenza verso l'isola di Rebis.
Genere: post rock/progressive/psychedelic Label: Orange Park Records Distribuzione digitale: Believe
Streaming https://open.spotify.com/artist/2bA5BtM2EiK7JqbRjsWNaW
https://soundcloud.com/bridgendproject/sets/rebis/s-hPXkC
Bridgend è un gruppo post rock con influenze progressive e psychedelic. Il progetto prende il nome dall'omonima cittadina gallese dove il chitarrista e fondatore della band, Andrea Zacchia, era impegnato a comporre e incidere le prime preproduzioni di quello che sarebbe in seguito diventato il concept album Rebis.
Proveniente dalla scena rock underground di Roma, Andrea è stato fortemente ispirato nella composizione e nella scrittura da band rock progressive degli anni '70/'80, Marillion, Pink Floyd solo per citarne alcune. Con queste premesse…

La vita, il futuro e l'amore secondo LorisDalì: esce Gekrisi, secondo disco del folksinger torinese

Secondo disco per il cantautore piemontese che con il suo folk variopinto e tagliente racconta le tante facce della nostra vita e le diverse storie del quotidiano filtrate dalla consueta dose di ironia e cinismo.
Genere: cantautorato, folk pop Label: Autoproduzione Release Date: 21.11.16
Streaminghttps://soundcloud.com/i-dal/sets/gekrisi/


Esce Gekrisi, il nuovo disco del cantautore LorisDalì.
Disponibile, tramite Zimbalam, su iTunes e su tutti gli store digitali, il lavoro segue Scimpanzé, uscito a gennaio 2015, e rimane sulla falsariga del cantautorato folk, abbandonando definitivamente ogni derivazione rock che in qualche modo era presente nel suo predecessore. Ma di solo cantautorato folk non si tratta, LorisDalì cerca infatti di rendere il disco sfaccettato, sia per i generi che per le trovate musicali, cantate e recitate.
Ecco quindi Altri tempi, interpretata dal padre del cantante, oppure la terrificante presa in giro di Tension, Un tango qualunque, il mezzo blues di Jack Risi, la canz…

Endless Mirage, il ritorno dei rockers romani NoiseBusters

Dopo l’esordio con “Carry Me Home” e quasi tre anni di concerti a Roma e nel Centro Italia, i NoiseBusters tornano con il secondo lavoro. Un Ep, un Concept. Forte, più rock. “Endless Mirage” inizia e finisce nel giro di “un singolo sogno”. Un miraggio.
Genere: rock/pop rock/hard rock Label: iM Classic (EU) Distribuzione: iM Classic (EU)
Streaming https://soundcloud.com/user-226312848/sets/endless-mirage https://open.spotify.com/album/4xS10nhXrMPCo2oeiI31et

Dopo l’esordio Carry Me Home uscito nel 2014, è finalmente disponibile Endless Mirage, secondo lavoro in studio dei romani NoiseBusters.
Presentato lo scorso 3 marzo @ Felt Club di Roma, Endless Mirage è la coerente evoluzione del debutto. Se il filo conduttore di quest'ultimo era infatti “la realtà della band”, con arrangiamenti minimalisti e suoni “acustici”, i NoiseBusters provano adesso a renderli più massicci, con cori e utilizzo di sintetizzatori, tastiere e parti melodiche rockeggianti.
Il disco si apre con Endless e continua s…